Stampaggio a iniezione: studio e sviluppo con stampa 3D

Con la tecnologia Stratasys PolyJet riduci i costi del 50% - 70% e puoi usare le termoplastiche di produzione.

L’impiego della stampa 3D nella progettazione degli stampi per iniezione permette di ridurre i tempi e i costi di sviluppo dello stampo pilota, offrendo enormi vantaggi nelle fasi che precedono la costruzione dello stampo in metallo da impiegare nella produzione in serie.

Verifica degli stampi per iniezione

La stampa 3D viene impiegata per realizzare prototipi di verifica di forma, adattabilità e funzione che, tuttavia, non permettono una valutazione completa delle prestazioni funzionali della parte finale  perché i materiali utilizzati hanno proprietà diverse rispetto a quelli impiegati nello stampaggio a iniezione. L’esecuzione di test funzionali e di progettazione su parti stampate a iniezione mediante uno stampo in alluminio ottenuto con lavorazione meccanica, comporta costi e tempi ingenti, pur essendo molto meno costosi rispetto a quelli in acciaio.

Stampa 3D PolyJet: i vantaggi

Gli stampi per stampaggio a iniezione realizzati in 3D con tecnologia PolyJet™ rappresentano una soluzione migliore per la valutazione del progetto e per le verifiche funzionali del prodotto finale. Utilizzando i dati provenienti dal file CAD la stampa 3D PolyJet permette di ottenere superfici lisce e ad alta risoluzione, ideali per costruire stampi per stampaggio a iniezione in grado di produrre prototipi nella termoplastica finale. Inoltre, i tempi di costruzione degli stampi si riducono a uno o due giorni, rispetto alle diverse settimane richieste per quelli in metallo.

Dal prototipo del prodotto finale allo stampo per iniezione

Le stampanti 3D Stratasys con tecnologia PolyJet permettono di ridurre i tempi e i costi di sviluppo dello stampo pilota nella progettazione degli stampi per iniezione, offrendo enormi vantaggi nelle fasi che precedono la costruzione dello stampo in metallo finale. Gli stampi PolyJet permettono la rapida produzione di parti complesse e la possibilità di apportare frequenti revisioni con il vantaggio di un costo inferiore del 50% - 70% rispetto agli equivalenti in alluminio, e la possibilità di usare le termoplastiche di produzione che quelli in silicone non offrono

Versatilità e precisione grazie ai fotopolimeri.

La tecnologia di stampa 3D PolyJet permette di utilizzare una vasta gamma di materiali, di ottenere parti multi-materiale, di stampare in 3D con una amplia palette di colori e sfumature. Si tratta di una soluzione estremamente versatile che può essere impiegata per costruire i prototipi dei prodotti finali così come per realizzare le attrezzature di produzione. I tasselli stampati in 3D con materiali PolyJet sono in grado di accettare un fronte fuso fino a 300° e un tonnellaggio di 200 tonnellate.

Inserisci i tuoi dati per ricevere il white paper Stampa 3D per stampaggio a iniezione

 
Leggi l'Informativa Privacy sul trattamento dei dati personali.
Ho letto e accetto l'Informativa Privacy (*):
Inviatemi newsletter con iniziative e promozioni (*):
 Security code
 
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni